Norcia, Cascia e Preci – Natale 2016

Vi sono situazioni, momenti, attimi che non sai se essere felice o essere triste, anzi, probabilmente sei contemporaneamente triste e felice: questo è uno di quelli.
Come molti di voi sanno, su richiesta dell’amministrazione comunale, Pro Loco si è attivata affinché all’interno del mercatino natalizio fosse presente una delegazione a rappresentare le Pro Loco di Norcia, Cascia e Preci.

Il Presidente delle Pro Loco Umbre, Francesco Fiorelli che è legato da una profonda amicizia con la nostra Pro Loco, si è adoperato affinché si raggiungesse questo obiettivo.
Purtroppo però la situazione nelle zone terremotate è ancora molto lontana dal considerarsi vicina alla normalità e i soci delle Pro Loco sono tutti al lavoro per rimettere in sesto quel poco che rimane del loro territorio e delle loro attività di promozione del territorio.

La richiesta, come la nostra, di prodotti tipici, ha superato di gran lunga quella che poteva essere l’offerta ed in brevissimo tempo, i prodotti locali (quelli veri) sono diventati merce quasi introvabile.
Abbiamo ricevuto proprio a ridosso dell’inaugurazione dei nostri eventi natalizi, una lettera del Presidente Fiorelli in cui spiega bene la situazione attuale delle sue Pro Loco (in allegato qui).

Abbiamo sperato fino all’ultimo e ogni giorno siamo in contatto telefonico, con il Presidente e con il suo segretario, nulla però è cambiato nei giorni successivi.
Ecco perché oggi ci sentiamo tristi, per via del non aver potuto ospitare gli amici umbri e non aver potuto dare la possibilità di poter acquistare i loro prodotti, felici perché al contempo gli italiani tutti hanno dimostrato ancora una volta che siamo uniti e che uniti si possono risolvere tutti i problemi.

Riteniamo necessario e doveroso, attivarci in modo che si possa in un prossimo evento, ricevere gli amici delle pro loco Umbre e con loro stringere un gemellaggio di collaborazione, così come è avvenuto con la Pro Loco di Prata di Pordenone.
A voi tutti quanti, un augurio sincero di buone feste!

 

Lettera a San Giovanni in Persiceto